Corriere della Sera. Io donna. Storie dell’Italia corrotta di Fiorenza Sarzanini

Storie dell’Italia corrotta di Fiorenza Sarzanini

Ci sono i medici che accettano costosi regali dalle case farmaceutiche per preferire i loro prodotti nelle prescrizioni e ci sono i magistrati che prendono bustarelle per “aggiustare” le sentenze tributarie, C’è il maresciallo che si accontenta di un po’ di soldi per favorire un ragazzo al concorso per diventare finanziere e il funzionario pubblico stipendiato dagli imprenditori che in questo modo vincono le gare di appalto truccando i bandi. L’Italia corrotta è raccontata in maniera magistrale dalle centinaia e centinaia di intercettazioni allegate agli atti delle inchieste svolte negli ultimi anni. Michele Corradino, che nella materia è uno dei massimi esperti tanto da essere diventato il braccio destro di a Raffaele Cantone all’Autorità nazionale, le ha raccolte in un libro: È normale, lo fanno tutti. Storie dal vivo di affaristi, corrotti e corruttori, edito da Chiarelettere. Non ci sono i nomi, soltanto storie e colloqui. Quanto basta per disegnare un mondo incredibile dove lo scambio dei favori e la raccomandazione sono l’unico modo per riuscire a ottenere qualcosa. E così, al figlio scoraggiato perchè non ha abbastanza successo, la madre parla esplicitamente: «Tu non devi pensare “io non sono come papà”, non ti devi paragonare con i soldi che fa papà, è questo che sbagli perchè oltretutto se papà guadagna bene è anche perché ci sono tante coincidenze fortunate. È bravo, è potuto entrare nel mondo della politica grazie a suo padre, grazie a un certo giro della politica, lavori pubblici eccetera. Non è detto che sarà sempre così»

Facebooktwitter